Hyperloop Il treno a levitazione parla italiano

Tecnologia made in Italy per i treni a levitazione

Nel 2017 il primo prototipo Hyperloop

Gli italiani quando si tratta di idee hanno sempre una marcia in più. La nuova rotaia a “levitazione magnetica passiva” potrebbe essere il futuro dei sistemi di trasporto del futuro denominati Hyperloop.

Il progetto naturalmente è molto più articolato di quanto sembra, la mente visionaria che ha fatto nascere   questa grande idea è Elon Musk ,ora la Hyperloop Tecnologies inc svilupperà questa tecnologia.

AlesTech , è un azienda nata da un gruppo di studenti. Dopo aver partecipato allo “SpaceX Hyperloop Competition” la vita di questi ragazzi è cambiata.

La competition selezionava i migliori progetti per la mobilità a levitazione, sotto tutti gli aspetti sia puramente tecnici che per quanto riguarda il design. I vincitori svilupperanno i primi prototipi del concetto Hyperloop.

Tutti i team partecipanti hanno scelto la  tecnologia AlesTech per collaudare i prototipi dei vagoni che costituiranno l’ Hyperlooop

A differenza delle classiche rotaie a levitazione,come quelle utilizzate in Giappone, quelle made in italy non hanno bisogno di energia. Esse sfruttando la loro forma creando una forza magnetica in modo naturale, agendo sulle caratteristiche fisiche del materiale.

Questa tecnologia si chiama ironlev.

Fonte : ironlev.com

forza magnetica

Fonte : ironlev.com

struttura binario

Fonte : ironlev.com

 

Il fatto che questo tipo di binario potrebbe abbattere  costi elevatissimi lo rende appetibile per uno sviluppo futuro.

Il concetto dell’ Hyperloop rivoluzionerà i trasporti di terra, la velocità per spostarsi da un posto all’altro sarà elevatissima ed avrà un basso impatto energetico ed ambientale.

Muoversi in modo veloce ed ecologico potrebbe diventare una realtà entro pochi anni .

Con l’energia necessaria a spostare 10 Kg potremmo spostare 10 tonnellate !

Il video ufficiale fà sperare ad un mondo migliore …

 

Valutazione

iPhone 8 ,prende forma il nuovo cellulare di casa Apple

 iPhone 8 nuovo schermo nuove funzioni

Gli schermi oled sbarcano a casa Apple

I rumors sulle nuove caratteristiche del nuovo iPhone 8 ormai si moltiplicano a macchia d’olio, ecco un piccolo riassunto delle nuove caratteristiche.

La prima grande novità parte dallo schermo, sarà curvo come gli ultimi modelli del concorrente Samsung, userà quindi la tecnologia oled. Sono quasi confermate le voci che la Apple  stia stipulando un contratto con la Samsung per questo tipo di display.

Tecnologia oled

La tecnologia oled è superiore a quella degli attuali LCD usati da Apple.

Infatti negli schermi oled i pixel che non vengono utilizzati restano spenti. In questo modo si ottiene un nero più puro e profondo rispetto a quello dei classici LCD retroilluminati.

D   E   S   I G   N

Il nuovo design di iPhone 8 sarà quello di uno schermo a tutto campo curvo ,l’assoluta novità sarà quella di integrare dentro lo schermo tutti i sensori. Il risultato è spettacolare, ci troveremmo una superficie unica senza tasti fisici.

iPhone 8 concept

Il pulsante fisico e il sensore di impronte digitali sarà tutto sotto lo schermo. La carica avverrà in modo wireless e probabilmente non ci sarà l’uscita per il jack cuffie, saranno wireless anche loro.

Tutte queste modifiche stanno impegnando i tecnici di apple, la maggiore innovazione infatti sarà il nuovo design dello schermo. Tutte le altre componenti dovranno adattarsi ad esso.

Voci contrastanti si susseguono per quello che sarà il materiale del pannello posteriore, molti suppongono la ceramica come nei cellulari della Xiaomi.

Quest’ultima voce è certamente la più improbabile, la Apple produce tutta una linea di prodotti con il panello posteriore in alluminio. Da i-Mac a tutti gli i-Pad , un cambiamento cosi radicale sconvolgerebbe troppo la linea di produzione.

Nei periodi di picco la Apple produce anche 1 milione di telefoni al giorno. Sarebbe da pazzi cambiare materiale solo per un modello di cellulare.

Prestazioni iPhone 8

Al suo interno iPhone 8 avrà probabilmente un Chip A11 .

Sistema operativo iOS 11.

Fotocamere principale 16 Mp , 8 Mp frontale .

 

 

 

 

 

 

Valutazione

Space X, l’azienda che ci porterà su Marte

Space X il futuro dello spazio è alle porte

preparativi par viaggiare verso Marte

Il Falcon 9,il lanciatore della Space X ha effettuato il suo ultimo lancio Sabato 14 Gennaio.

Ha portato in orbita 10 satelliti del progetto Iridium, uno degli Upgrade per le telecomunicazioni satellitari più grande della storia.

Dopo aver “accompagnato” il secondo stadio in orbita è tornato alla base.

Space X : piattaforma di atterraggio falcon 9

Ma chi è space X  ?

La caratteristica principale dei lanciatori Falcon 9 della space x è la riusabilità dei lanciatori . Dopo aver portato il secondo stadio in orbita,con i satelliti  e tutto payload,  tornano indietro , creando un risparmio per quanto riguarda il costo di questo tipo di lanci.

Nella parte sinistra a 3.00 minuti del filmato ,vedrete lo stadio uno che torna alla base.

Lo scopo principale di Elon Musk, fondatore altre che di space x anche di tesla motors, è quello di rendere più economici i viaggi nello spazio.Il suo sogno più grande è quello di creare un ponte verso Marte ,tramite le tecnologie che vuole sviluppare con la sua azienda.

La space x è la prima azienda finanziata da privati ad avere preso in appalto i rifornimenti della stazione spaziale iss (International space station). Infatti lo space shuttle è andato in pensione nel 2011.

I lanci del falcon 9 erano stati sospesi dopo l’incidente avvenuto il 1 settembre 2016 .

Questo incidente ha causato notevoli danni economici all’azienda che sicuramente ne risentirà, ma che farà tesoro degli errori.

L’azienda fondata da Elon Musk ha nel calendario 2017-2018 circa 60 missioni, diventando una sorta di corriere espresso dello spazio.In queste missioni porterà in orbita svariati satelliti, i clienti di space x provengono da tutto il mondo.

Questi contratti hanno un valore di circa 7 miliardi di dollari. Fonte  spacex.com .

Verso Marte

Ma il sogno di Musk è quello di andare su Marte grazie alle tecnologie progettate dalla sua azienda, il video che troviamo sul sito ufficiale è molto esplicativo.

 

 

 

 

 

Valutazione

Oled, siamo pronti a piegare il cellulare ?

Siamo veramente pronti agli schermi curvi?

Oled o non oled questo è il dilemma

I primi prototipi funzionanti di schermi oled a bassa tensione furono presentati nel 1987. I successivi anni furono dedicati  a superare le barriere tecnologiche del tempo.

Il primo video riguardante gli schermi curvi è reperibile su YouTube con data 2007.

Sono passati ormai 10 anni da quel video,che per l’innovazione tecnologica sono un sacco di tempo.

Un po di storia su questo hardware la trovate  qua.

Ogni anno alle fiere della tecnologia ogni casa costruttrice propone la sua interpretazione di questo nuovo hardware.

E da almeno 5 anni che si rincorrono articoli e servizi su un mercato che sta per decollare, ma che in sostanza continua a presentare prototipi .

oled screen

 

Un cambiamento cosi radicale comporta investimenti di milioni e milioni di dollari, un fallimento o un successo non planetario non è ammissibile.

Un altro aspetto da prendere in considerazione, per chi vende tecnologia, è che questi nuovi schermi sono molto resistenti, non è sicuramente produttivo vendere un prodotto che dura troppo nel tempo.

Un altro video che potrebbe farci riflettere sul futuro immediato di questo hardware potrebbe essere quello che vedete qui sotto.

Come potete notare dalle immagini lo schermo non è sicuramente come quelli a cui siamo abituati attualmente , non ha una superficie bella liscia in cristallo o simili,ma bensì una superficie poco regolare e soffice. Sicuramente molto lontana dalla solidità a cui siamo abituati oggi, magari con un bel case in metallo o con qualche cromatura.

Diciamo che lo zoccolo duro del mercato tecnologico di adesso non è la componente tecnologica in se stessa, ma bensì l’aspetto del design in cui è contenuta.

Se pensiamo che ancora oggi si producono automobili con motore a combustione e non elettrico la cosa fa riflettere parecchio.

Siamo pronti a rinunciare ai pulsanti fisici in modo permanente e totale?

La auto di domani avranno un cruscotto al 50% ricoperto da schermi oled ?

Psicologicamente non siamo pronti a fare troppi balzi in avanti con la tecnologia ?

O la produzione industriale non riesce a strutturarsi abbastanza velocemente per stare al passo coi tempi ?

Valutazione

Lavoro per i robot uguale a più tempo per noi?

Vita da androidi

Come la società ti programma

La scorsa settimana ho pubblicato un articolo su i robot protagonisti nei centri distribuzione di Amazon negli USA.Il loro lavoro sostituisce l’uomo in alcuni campi.

Prima di pubblicare l’articolo ,naturalmente, ho fatto delle ricerche sull’argomento. Oggi vorrei chiedervi un parere su un articolo che parla, diciamo, dell’argomento opposto.Ovvero i magazzini della stessa ditta solo con personale umano.

Gli articoli in questione sono questi :

Articolo sui  Robot

Articolo sulle Persone

Il primo link è un video , abbastanza esaustivo per quanto riguarda il lavoro dei robot.

Il secondo articolo parla del lavoro umano nella stessa azienda, in Italia però.

Vorrei lanciare una riflessione , e sopratutto, avere un punto di vista di voi lettori.

Come immaginate il futuro del lavoro, con le persone o con i robot ?

Gli ordini on line, diventeranno ancora di più, o si arriverà al collasso ? Ci stancheremo di comprare un sacco di cose inutili ?

Preferisco lavorare il triplo per avere il doppio , o lavoro il giusto per avere il giusto ?

essere o avere ?

Certo, non è che al giorno d’oggi si possa scegliere molto ,almeno da  questo punto di vista. Bisogna ringraziare di avere un lavoro avvolte, però abbiamo l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda su come possiamo spendere i nostri guadagni.

L’uomo è un essere talmente intelligente ed evoluto che è riuscito ad addomesticare le altre specie animali, talmente evoluto che ha addomesticato anche se stesso.

L’uomo ha inventato le macchine per usarle a sua favore , ora il meccanismo generato dalla troppa tecnologia ci rende schiavi della tecnologia stessa.

Penso che ci sia bisogno di una bella ripassata dei grandi classici del cinema e della letteratura, il futuro che si presenta non è sicuramente evoluto, almeno a livello sociale ,rispetto a quello del secolo scorso.

Alla fine della fiera ci accorgiamo di aver passato troppo tempo al lavoro e pochissimo con la nostra famiglia.

Abbiamo dato in pegno il nostro tempo in cambio di un po di denaro.

Al banco dei pegni in cambio di denaro non ti possono dare indietro il tempo .

Aggiornamento del 27 Gennaio ( Allego 4 semplici domande , tanto per farmi un idea dei lettori )

 

 

 

 

Valutazione