Distopico, un genere cinematografico che torna di moda

Distopico-anti autopico

Black mirror & company

La serie televisiva Black mirror ha riportato il grande pubblico ad interessarsi di trame dal tema distopico.

Come evidenziato nel titolo del paragrafo la distopia è,diciamo ,il contrario dell’utopia. Se per utopia intendiamo naturalmente il massimo dell’etica politica e sociale.

In sintesi, i poteri forti vincono, gli uomini vengono sfruttati come il bestiame, la moralità sta a zero rispetto ai profitti.

Se siete dei fan delle serie black mirror vi consiglio qualche film che sicuramente disturberà i vostri sogni. Naturalmente saranno consigli no spoiler.

Le trame non si cureranno minimamente dei sentimenti umani , anzi scaveranno nelle paure e nelle fobie.


I nuovi business, le tecnologie, le droghe, la società malata e annoiata.


Con il passare degli anni le nuove tecnologie i nuovi dogmi dettati dalla società sono cambiati radicalmente.

Internet è diventato parte integrante della nostra vita, abbiamo a disposizione la conoscenza del mondo nel palmo di una mano.

Naturalmente non potremmo mai sapere quanto c’è di vero dietro la rete, noi possiamo vedere solo una piccolissima parte di essa. La conoscenza nasconde sempre il lato negativo, possiamo conoscere tutte le  bellezze del mondo ma, allo stesso modo, possiamo avere accesso ai documenti sulle azioni più vergognose che la razza umana possa concepire e realizzare.

La rete sceglie per noi ,tutto quello che ci piace, tutto quello che è positivo, tutto quello che ci identifica, tutto quello che possiamo comprare con felicità.

Non sono molti i titoli disponibili , se avete qualche consiglio non esitate a postare suggerimenti nella sezione commenti. I consigli sono sempre graditi, di questi tempi non si sa più cosa guardare.

Film distopici


distopico

 

Videodrome : David Cronemberg 1983

Comunicazioni di massa

 

distopico

 

Requiem for a dream : Darren Aronofsky 2000

Droghe

 

distopico

 

eXistenZ : David Cronemberg 2000

Video game

 

distopico

 

Senseless : Simon Hynd 2008

reality show

 

 

Evilenko : David Grieco 2004

Pedofilia

 

 

Snowpiercer : Bong Joon-ho 2014

Futuro post apocalittico

 

Matrix : Lana Wachowski, Andy Wachowski 1999

futuro distopico

 

 

The Lobster : Yorgos Lanthimos 2015

relazioni sociali

 

 

Brazil : Terry Gilliam 1985

società distopica

 

 

V per vendetta : James McTeigue 2006

Anarchia

 

 

Arancia meccanica : Stanley Kubrick 1972

violenza  giovanile

 

 

Battle royale : Kinji Fukasaku 2000

gioco governativo

 

 

Gattaca : Andrew Niccol  1997

Fantascienza 

 

 

L’esercito delle 12 scimmie :  Terry Gilliam 1995

viaggio nel tempo

 

 

 Spring Breakers : Harmony Korine 2013

eccessi giovanili

 

 

Alcuni di questi titoli ,che cercherò di aggiornare , sono particolarmente fastidiosi da vedere, e sicuramente consigliabili ad un pubblico adulto.

 

Valutazione

Frank e la band dei “Soronprfbs”, film da vedere

Frank

Cosa ti frulla in testa

Frank è un film veramente carino , poi se siete amanti della musica rock in generale lo troverete  particolarmente piacevole.

Innanzi tutto ci troviamo tra  Inghilterra e Irlanda, dove una band underground sta facendo la sua tournée.

In una delle città meta del tour troviamo Jon ,un ragazzo  disincantato che cerca la sua strada come cantante musicista. Una mattina il ragazzo incontra per caso un componente della band.

L’incontro avviene dopo che i due hanno assistito al tentativo di suicidio del tastierista della band . Subito dopo  al ragazzo viene chiesto di rimpiazzare l’aspirante suicida per il concerto che la band terrà quella sera stessa.

Dopo la serata viene proposto al nuovo tastierista di partecipare alla registrazione del loro primo album in studio. Il ragazzo accetta di buon grado, rimanendo molto affascinato dal leader della band. La cosa più strana è che il front man ha addosso una grande maschera di cartapesta che non si toglie neanche per dormire.

The Soronprfbs

La registrazione dell’album avviene in una casa abbandonata nelle campagne irlandesi. Durante la convivenza con la band nascono i classici litigi di una convivenza forzata. Il leader ,Frank, ha una visione del mondo e della musica molto particolare. Per Frank la musica è qualcosa di trascendentale, tutti i componenti devono vivere la musica che sentono dentro di loro.

frank
Clara,Frank e Jon

In particolare Jon si scontrerà spesso con Clara. Essa è una componente della band profondamente innamorata di Frank,  gelosissima dell’amicizia che cresce tra  Jon ed il leader della band.

La vita di una band è solitamente piena di eccessi e di stranezze, il nostro protagonista cerca di integrarsi il più possibile con i componenti. Più passa il tempo più si rende conto che, forse, i miglioramenti artistici di cui avrebbe potuto giovare frequentando la band non sarebbero arrivati.

L’influenza di Frank non sempre è positiva, dato il suo carattere eccessivamente stravagante ed a tratti profondamente introverso.

Tutto il film è accompagnato da una gradevole ed originale colonna sonora.

 

 

Valutazione

Laputa castello nel cielo, film da vedere assolutamente

Laputa

Castello nel cielo

Laputa è considerato il primo film in assoluto dello STUDIO GHIBLI  fondato da Hayao Miyazaki.

Il lungometraggio è datato 1986 , in Italia è stato distribuito solo nel 2012 dalla lucky red , dopo essere stato ritirato dal mercato ,misteriosamente, dal precedente distributore la buena vista nel 2005 un anno dopo l’uscita del dvd.

 

Considerato un capolavoro dell’animazione giapponese, laputa ha una storia semplice ma ricca di contenuti sociali, quali ecologia e negazione della guerra.


Temi che il regista aveva già affrontato in Conan ragazzo del futuro Nausicaä nella valle del vento. 


La trama

La trama è particolarmente articolata avventurosa. Pazu operaio di una miniera si incontra con Sheeta. Essa gli piove dal cielo fluttuando grazie al ciondolo che porta al collo. Essa era  sfuggita ad un abbordaggio da parte dei pirati dell’aria , che avevano attaccato la sua aeronave. Dopo il loro incontro nascerà un amicizia. I  pirati intanto  riescono a rintracciare la ragazza, ed il ciondolo ,ma vengono fermati dall’esercito.

laputa

Non vado oltre, rischierei di rovinarvi la sorpresa  e sopratutto , l’avventura.

Durante la visone potrete notare i dettagli delle ambientazioni, dipinte rigorosamente a mano. Sarà come vedere un avventura che prende vita guardando un quadro pieno di colori.

Ogni dettaglio è stato curato ,senza quindi  tralasciare le colonne sonore ,che rendono l’ambientazione ancora più accattivante. Questo film è stato fonte di ispirazione per parecchi lavori di animazione,  che negli anni hanno popolato i nostri schermi. Con Laputa lo studio di produzione ha voluto, con forza, dimostrare quanto poteva dare il cinema di animazione.

Lo stesso regista non credeva che il film potesse avere successo e che lo studio ghibli potesse continuare a produrre.


 

Dopo 30 anni lo studio è uno dei più famosi e rinomati per quanto riguarda l’animazione .

 


I temi sociali del film sono sempre stati molto cari al maestro Hayao Miyazaki, infatti li ritroveremo spesso nelle sue opere. Questi temi, e la sensibilità con il quale sono trattati, rendono particolarmente adatta la visione ad un pubblico molto giovane.

 

Valutazione

Essere John Malkovich, film da vedere

Essere John Malkovich

Non è facile parlare di un film come “Essere John Malkovich” , il tema trattato è abbastanza particolare , grottesco, introspettivo e fantastico.

Essere John Malkovich
il settimo piano e mezzo

Il protagonista del film è un burattinaio da strada abbastanza apatico e di scarso successo. La moglie è un appassionata di animali ,la loro casa ne è piena.

Il protagonista vive le sue fantasie attraverso i suoi burattini. Tramite loro prendono vita le sue fantasie ,soprattutto nei riguardi di altre donne.

Affascinate la regia di questi piccoli siparietti dove alle marionette viene dato un carattere ed un espressività molto umana.

Il protagonista di “essere John Malkovich” sogna di vivere un altra vita tramite i suoi burattini.

A quanti di noi non è mai venuto in mente di immaginare cosa potesse vedere un altra persona, o di vivere le sue  esperienze guardando con i suoi occhi. Qui si và un pochino oltre , si entra dentro l’altra persona .

Detto cosi potrebbe essere riduttivo ma la modalità in cui il protagonista entra dentro John Malcovich è tutto un programma, non vi anticipo niente.

Il cast del film è di prim’ordine ,oltre a Malkovich abbiamo anche una “bruttina” Cameron Diaz  e Charlie Sheen .

 

Le ambientazioni del film appaiono sin dai primi minuti molto particolari. Il protagonista viene convocato per un colloquio di lavoro in un ufficio particolare. Esso si trova  al 7° piano e mezzo , ovvero un piano con un soffitto alto poco più di un metro.

Vi troverete dinnanzi a delle scene che sono veramente da cult del cinema .

Assolutamente accattivanti le fantasie erotiche del protagonista che prendono vita dai suoi burattini.


La regia

Il regista di questo film ha dato prova di essere un vero talento , la  visone introspettiva del personaggio  è degna di nota. Con una trama abbastanza semplice è riuscito a creare un film dalle particolarità inaspettate.

Degno di nota è anche un’altro suo film del 2014  “Lei”, che con largo anticipo tratta gli argomenti tecnologico-sociali della famosa serie “Black mirror” ,con una visione un po meno distopica.

 

Valutazione

Castaway on the moon, film da vedere

Castaway on the moom

Naufraghi in un mare chiamato società

Castaway on the moon è un film davvero particolare, tratta  tematiche moderne quali  stress da vita frenetica della città ,con una eleganza tipica del cinema orientale.

La storia tratta di un cittadino di Seoul che sommerso dai debiti e da una vita sentimentale travagliata decide di togliersi la vita.

Non sapendo nuotare sceglie  la morte per annegamento, gettandosi da un ponte sul fiume  Han.

castaway on the moon
il risveglio sull’isola

Suo malgrado si risveglia in un isolotto sotto un pilone di una grossa strada . Senza un cellulare a disposizione e senza saper nuotare. E’ costretto così a vivere su questo fazzoletto di terra in mezzo alla città.  Senza che nessuno si accorga di lui.

Dopo le prime difficoltà il nostro protagonista si adatta alla sua nuova condizione di naufrago della società moderna.

Durante la sua permanenza nell’isola scopre il piacere di una vita semplice. Una vita senza il bisogno di dover rendere conto a qualcuno del proprio operato. Riscopre la libertà di essere solo un uomo.

Entra a far parte della vita del nostro protagonista una ragazza Hikikomori.

(Il termine giapponese Hikikomori  indica le persone che hanno deciso di recludersi ed evitare ogni rapporto sociale).

La ragazza dall’alto della sua cameretta riesce a vedere la vita del nostro naufrago tramite un potente teleobiettivo.  Il teleobiettivo  solitamente lo utilizza per guardare la luna.

Le loro vite entrano in contatto epistolare, in un certo modo nasce un sentimento che gli aiuta a rendere la loro solitudine più sopportabile. Anche se il loro stile di  vita solitaria è fortemente voluto.

Il film castaway on the moon è una profonda riflessione sullo stile di vita della Corea del Sud, improntato sull’immagine della persona e su quello che rappresenta nella società. Ma sopratutto sulla solitudine delle persone in una società frenetica.

In Corea del Sud le famiglie “mono persona” sono aumentate dal 2010 al 2015 dal 15,8 % al 27,1 % ,e il 55 % della popolazione totale consuma i propri pasti da sola e non in famiglia.

La riscoperta del cibo è un momento di rinascita per il nostro protagonista.

 

Valutazione