Videodrome ,lunga vita alla nuova carne

Videodrome

La visione allucinata della nuova era delle telecomunicazioni

Videodrome è un film anni 80 con una visione altamente distopica delle comunicazioni di massa, per la precisione quelle che negli stati uniti erano le emittenti via cavo.


Le emittenti via cavo ,al contrario di quelle pubbliche nazionali ,avevano una diffusione a livello cittadino . Le radio frequenze di allora non consentivano grossi numeri di canali come adesso.

le TV via cavo erano  le antenate delle TV private di adesso. In Italia una delle più famose fu Telemilanocavo, poi trasformatasi in canale 5, progettata per essere trasmessa dentro il quartiere Milano 2.


Ancora ricordo il trailer del film che veniva passato in TV. Avevo circa 6-7 anni ,l’immagine del protagonista che accarezza la televisione, che prende vita , con due grandi labbra mi ha accompagnato per tutta l’adolescenza. Naturalmente il film l’ho visto circa 10 anni dopo.

videodrome

Videodrome, trasmesso su una frequenza pirata, è un programma con contenuti violenti e pornografici. Esso però non è facilmente visibile, dato che i contenuti sono visibili per pochi minuti.

Il protagonista ,proprietario anch’esso di un emittente ,indaga su chi gestisce questo  segnale. Max ,questo è il suo nome, è interessato ai contenuti espliciti di questa trasmissione. Esso è convinto che questo tipo di contenuti siano il futuro della televisione.

Dopo essersi fatto registrare  una cassetta con videodrome da un amico, le sue indagini diventano sempre più serrate ed ossessive.

Le allucinazioni modificheranno la sua vita sociale è privata in modo irreparabile , sino a culminare ad epilogo per niente felice.

 

 

Valutazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *