Twitter bot , il 15 % dei profili sono robot virtuali. Possiamo difenderci ?

IL cinguettio che non esiste

Verso la MANIPOLAZIONE del Vox populi

Uno studio della University of Southern California ha rilevato che il 15 % dei profili del social sono Twitter bot .

Twitter bot

Lo studio evidenzia principalmente l’aspetto negativo di questa pratica. Twitter naturalmente la difende.

Come lato negativo troviamo il fatto che un numero di twitt che esprimono un opinione riescano ad influenzare la massa.

Per esempio per le elezioni politiche americane un grosso numeri di account fasulli commentavano l’andamento delle elezioni.

Un’altro lato negativo di questo sistema automatizzato è che potrebbe essere utilizzato per fare propaganda di tipo illegale, come quella per il reclutamento di giovani terroristi o gruppi sovversivi in genere.

Si possono creare insomma delle false tendenze che poi vengono seguite perché diventate virali e di moda.

La società invece difende l’utilizzo ,solo in alcuni casi, dei Twitter bot .

Infatti, analizzano tutti i flussi di informazioni, possono essere utili all’utente finale. Allerta meteo, notizie sul traffico o sui servizi che si trovano nelle vicinanze, insomma tutto quello che può rendere l’esperienza di questo social utile e piacevole.

Il pericolo di seguire dei miti creati ad hoc dal mercato globale è sempre in agguato.

L’unico modo di difendersi ,se lo si vuole, è disattivare le notifiche da account non verificati, senza mail , numero di telefono o foto chiare dell’utilizzatore.

Insomma la decisione finale spetta sempre a noi , vogliamo essere sommersi da migliaia di informazioni ,di qualsiasi genere?  Oppure abbiamo bisogno di poche informazioni verificate ?

L’ideale sarebbe avere migliaia di informazioni tutte corrette , ma nel caos della rete questo è ancora un concetto utopico.

Il social per combattere i Twitter bot ha da poco adottato la verifica degli account, quelli verificati avranno una spunta blu.

Twitter
verified

Ok ora siamo avvisati , non sarà ne il primo ne l’ultimo social a trascinarci in un carosello di post fasulli creati da persone fasulle.

 

 

 

 

Valutazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *