Eatsa, il ristorante del futuro.Senza personale umano .

Ordina ,attendi preleva e consuma

Tempi di attesa al massimo 3 minuti

Eatsa è l’innovativo modo di fare ristorazione negli Stati Uniti. Per abbassare i costi ,e dare la possibilità di mangiare cibi sani , è stato abbattuto il costo del personale umano.

eatsa

Troviamo questi ristoranti per New York, San Francisco ,Berkeley e Washington D.C.

Quando si entra in un ristorante Eatsa si ha come l’impressione di entrare in un grosso fast-food , ma l’assenza di personale rende l’atmosfera molto asettica e futuristica.

Abbiamo delle postazione con dei palmari dove, dopo aver inserito la carta di credito , potremmo prendere l’ordinazione. Subito dopo l’ordinazione il sistema elabora e rende il piatto disponibile in pochi minuti..

Il nostro piatto sarà reperibile in una delle caselle di un grosso cubo con sportelli in vetro. Ogni sportello è dotato di uno speciale schermo dove apparirà il nostro nome.

Lo scopo principale di questa catena è dare cibo sano ad un prezzo accessibile a tutti. Negli Stati Uniti il cibo dei fast-food classici non è dei più salutari.

Le interazioni con altre persone si sono così ridotte a zero. Infatti il doversi confrontare con il personale di un ristorante non è una cosa che interessa al consumatore.

L’unica interazione è ormai quella con il nostro amato device , demandiamo a lui tutti quegli aspetti della nostra vita che potrebbero essere una fonte di stress .

Il successo di questi ristoranti sta proprio in questo principio. Nessuno si pone tra il nostro piatto e noi. Noi scegliamo con tutta calma , e lui si materializza come per magia nel grosso cubo.

Il risultato è un locale dove viene distribuito cibo sano a prezzi accessibili. Il clima è particolarmente rilassato perché ognuno ha il suo cubo nella parete dove ritirare.

Per le persone che hanno poco tempo per la pausa pranzo questa è una manna dal cielo. Effettivamente ormai non dedichiamo più di mezz’ora della nostra giornata per questo pasto.

Riflessione

Tutto naturalmente deve essere fatto con la giusta moderazione. Ormai vedere la gente al cellulare a pranzo e cena è la normalità.

Ricordiamoci sempre “la cucina è il luogo dell’incontro e dello scambio”

Valutazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *