Flippy ,un altra diavoleria all’opera … anzi ai fornelli

Flippy un futuro da spadellatore

in cucina qualcuno ci da una mano…robotica

La CaliBurger sta iniziando la sperimentazione del suo nuovo cuoco elettronico Flippy.

Attualmente più che un cuoco è solamente un assistente, per ora cuoce hamburger, domani potrebbe friggere patatine e tagliare insalata.

flippy

La sperimentazione mette in evidenza le potenzialità di queste macchine . La loro caratteristica principale è il fatto che utilizzano una sorta di intelligenza artificiale.

Dopo la prima sperimentazione a Pasadina nella catena CaliBurger, Flippy verrà installato in altri 50 ristoranti della stessa catena .

Il progetto è stato sviluppato dalla Miso Robotics insieme alla catena CaliBurger, per soddisfare al meglio le esigenze di questo tipo di ristorazione

Grazie a questa caratteristica il robot può adattarsi semplicemente ad ogni cucina senza essere riprogrammato come succede con i vecchi hardware.

Questo è sicuramente il lato più accattivante della nuova generazione di robot. Come le auto che guidano da sole sulle strade normali , anche i robot possono muoversi nei nostri spazi, riprogrammandosi ed adattandosi a quello che si trova intorno a loro.

Grazie a particolari telecamere  può riconoscere la posizione dei prodotti da cucinare ed i condimenti ,sensori termici controllano la temperatura, Flippy può riporre l’hamburger cucinato sopra il panino.

Con l’ausilio delle nuove tecniche di intelligenza artificiale l’utilizzo dei robot nella nostra vita quotidiane sarà sempre più presente.

Impressioni

I lavori artigianali cominceranno a  sparire ? Ho i miei dubbi, con chi ci lamenteremmo altrimenti?

La reattività di questo tipo di macchine non è sicuramente come quella di un uomo. Mi immagino un locale che fa il pienone, e bisogna accelerare oltre ogni limite per soddisfare tutti i clienti. Un robot ci aiuterebbe o sarebbe di intralcio ?

Farmi cucinare un hamburger da una macchina mi farebbe sentire come una gallina ce mangia da una macchina che gli distribuisce il mangime… Ma è solo una mia visione della cosa .

Valutazione

Handy, lo smartphone per chiamare gratis dall’hotel

Handy per un turismo smart

Da un giovane 25enne un idea per il turismo in CONNETTIVITÀ

Handy  T1 , l’idea di un turismo smart  venuta ad un giovane imprenditore di Hong Kong.

L’azienda vuole conquistare il mercato mondiale delle società alberghiere con il suo sistema operativo progettato e pensato per le strutture alberghiere.

Questo nuovo concetto di vivere il turismo arriva ora anche in Italia.

Il concetto è semplice , mettere a disposizione di ogni ospite di hotel uno smart phone programmato con tutti i servizi della nazione e dell’albergo in cui ci si trova. Tutto con chiamate messaggi ed internet illimitati.

handy

Detta cosi potrebbe sembrare una banalità ma non lo è. Con il dilagare di internet ,tutti i servizi e le informazioni che ci servono sono reperibili sul nostro dispositivo mobile.

Con Handy potremmo avere un esperienza migliore di quella che ci riserva il nostro cellulare personale.

Primo , abbiamo la connessione internet, non è detto che il nostro piano tariffario preveda la connessione dati nei paese esteri.

Secondo ,stesso discorso del punto primo vale per le chiamate ed i messaggi.

Terzo , Handy è una vera interfaccia con tutti i servizi dell’hotel. Potremmo prenotare qualsiasi servizio in tutta libertà.

Quattro, altre ai servizi dell’hotel abbiamo a disposizione molti servizi della città, quali mezzi pubblici , ristoranti cinema ecc. Anche qua potremmo prenotare con tutta libertà.

Cinque , il dispositivo si interfaccia con la camera,regolando temperatura ed il sistema di intrattenimento,può diventare la chiave stessa dell’alloggio.

Il dispositivo è dotato di sensore NFC ed infrarossi per interfacciarsi meglio con altri dispositivi.

Il futuro

Lo scopo dell’azienda produttrice di Handy è di arrivare a coinvolgere altre un milione di stanza di albergo. Attualmente questa tecnologia è disponibile in oltre 100.000  camere in tutto il mondo.

Tutte le più grandi compagnie alberghiere strizzano l’occhio a questo nuovo dispositivo.

Il giovane CEO dichiara che molti turisti prediligono gli alberghi che mettono a disposizione questo tipo di dispositivo.

 

 

 

 

 

Valutazione

Sensore rivela dopamina ,potrebbe misurare le tue emozioni

Le emozioni si possono misurare ? Forse si.

I ricercatori del MIT lavorano ad un sensore che misura la dopamina .

Il sensore rivela dopamina misura la quantità di dopamina nel sangue. La dopamina è presente nel nostro corpo ,è un neurotrasmettitore .

I neurotrasmettitori mettono in comunicazione le cellule del cervello  (neuroni) con quelle presenti nel nostro corpo. La comunicazione tra neuroni ed altre cellule scatenano la reazione del nostro corpo.

I ricercatori con questo nuovo sensore possono misurare la percentuale di dopamina presente in varie parti del nostro corpo.

In precedenza queste letture venivano fatte in una singola parte del corpo.

La dopamina, come tutti i neurotrasmettitori, ha un ruolo chiave nella vita di ogni essere umano, regola la maggior parte degli elementi che caratterizzano il comportamento umano. Umore, attenzione ,apprendimento ,motivazione e tantissime altre peculiarità che distinguono ognuno di noi.

I neurotrasmettitori possono essere eccitatori o inibitori , cioè possono permetterci di compiere un azione o inibirla. Misurare le percentuali di determinati neurotrasmettitori è una delle chiavi per lo studio medico di particolari patologie.

Come funziona il sensore

sensore rivela dopamina
Fonte : Massachusetts Institute of Technology (MIT) (edited by Christine Daniloff/MIT)

Il sensore rivela dopamina funziona in questo modo…

Al corpo vengono applicati degli elettrodi, essi applicano una leggere tensione oscillatoria al nostro corpo. La dopamina, ad un certo unto, reagisce a questa tensione sviluppando  una corrente elettrica misurabile.


Essendo la dopamina un neurotrasmettitore derivato da aminoacidi idrosolubili, esso è legato al 50% al plasma presente nel nostro sangue. Quindi è rilevabile in quasi tutte le parti del corpo.

L’innovazione di questo sensore è che esso può misurare le variazioni in modo costante e in più arti del corpo contemporaneamente.


Gli utilizzi di simile sensore sono molteplici a livello medico. Si potranno studiare le patologie legate a deficit di apprendimento , o i meccanismi che lo regolano.

I campi di impiego potrebbero essere molteplici grazie al ruolo plurivalente di questo elemento chimico. Il futuro potrebbe aprire la strada all’interfacciamento chimico con il nostro cervello. Se gli scienziati riuscissero a comunicare meglio con il cervello si aprirebbero nuove metodologie di cure, sapendo più precisamente cosa sta succedendo al suo interno.

Valutazione

Handle, la Boston Dynamics ne ha tirato fuori un’altra delle sue

Handle

Bipede pattinatore

Handle è il nuovo progetto sviluppato dalla Boston Dynamics, esso è costituito da un bipede che al posto dei piedi ha due ruote.

Questa nuova conformazione consente al robot di muoversi ,anche ad alte velocità, su svariate superfici.

handle

Grazie a dei processori particolarmente veloci Handle riesce a tenersi in equilibrio monitorando la sua posizione costantemente.

La caratteristica dei robot della Boston Dynamics è che con i loro sensori essi possono muoversi autonomamente, schivando ostacoli e rialzandosi, senza problemi in caso di caduta.

Nel video ufficiale possiamo vedere come Handle riesca a scorrazzare liberamente. Riuscendo a saltare ostacoli , scendere le scale e cambiare superficie del percorso. Il tutto senza la minima incertezza.

Con il sua metro e ottanta di altezza il robot riesce a saltare ostacoli di quasi mezzo metro .

La Boston Dynamics è di proprietà di Google dal 2013. L’azienda è nata come sviluppatrice del robot quadrupede BigDog che dovrebbe servire per scopi militari.

Con l’acquisizione da parte di Google gli sviluppi futuri potrebbero essere molto più interessanti e “socialmente utili”, piuttosto che sviluppare strumenti utili alla guerra.

Toyota ha fatto parecchie pressioni per l’acquisizione di questa azienda , ma le trattative non sembrano ancora essere arrivate ad una conclusione definitiva.

Google sta spingendo anche sui nuovi concetti di intelligenza artificiale, forse i fondi non basterebbero per sostenere due grosse ricerche di questo calibro.

Per adesso l’azienda di Mountain View si tiene tutto per se. Contando che la Boston Dynamics è una costola del prestigioso MIT “Massachusetts Institute of Technology” . Perchè perdere tutto questo Know How ?

in breve


Lo scopo di questo tipo di robot su ruote è anche quello di avere dei prezzi di produzione più sostenibili. Con l’utilizzo delle ruote si risparmia nella produzione di costosi apparati per realizzare dei piedi dinamici.

Con le ruote abbiamo anche una mobilità più agevole e veloce. Se poi pensiamo che il robot dovrà, come si vede nel video, trasportare dei pesi ,la velocità sarò molto importante.

 

Valutazione

TensorFlow,l’intelligenza artificiale diventa open source

Annunciata la versione 1.0 di TesorFlow

La libreria che rende  più intelligenti le nostre app

TensorFlow è una libreria software multimediale che incrementa l’apprendimento e quindi l’ottimizzazione dei dati.

Il codice può essere applicato sia alle piattaforme IOS che android anche se il codice sorgente è scritto in C++.

Usiamo normalmente questo potente algoritmo ma non ce ne accorgiamo.

Le ricerche vocali ed il traduttore vocale di google usano questa architettura software.

Ma cosa rende cosi particolare questo algoritmo ?

In pratica TensorFlow  analizza informazioni complesse e le scompone, come gli audio o le immagini, dopo averle scomposte distribuisce i dati in modo gerarchico . Un immagine contiene tanti oggetti ,ogni oggetto viene classificato, potrebbe essere un informazione utile per un’altra ricerca, oppure potrebbe essere scartato .


Come allo stesso modo il riconoscitore vocale del nostro cellulare, mentre parliamo riconosce parola per parola, anche se magari non ha mai sentito la nostra voce. Scompone le onde sonore in millisecondi riuscendo a capire lettera per lettera ,poi ricompone la parola che si avvicina di più a quell’insieme di lettere.  La precisione di questi processi ,come sappiamo ,è sorprendente.

Al minuto 14.00 del filmato sotto viene illustrato il processo.


Ora tutta la potenza del deep learnig ,in termine tecnico apprendimento profondo , è disponibile in rete per le applicazioni o i siti che vorranno farne uso, già ebay ,dropbox ,twitter  lo utilizzano (fonte : www.TensorFlow.org).

Il nome TensoFlow descrive in pratica il funzionamento di questo algoritmo.  (Tensor) tensori tengono uniti gli insiemi di informazioni come in una rete neurale, una specie di ragnatela. Flow(flusso) indica come la risposta alla domanda prende forma prendendo le informazioni dalla ragnatela.

Il sistema TensorFlow potrebbe ottimizzare molti processi produttivi , con il costante monitoraggio potrebbe ridurre gli sprechi ed ottimizzare  i consumi energetici .

Valutazione